sabato 16 ottobre 2010

Burgo ribadisce le scelte su toscolano I sindacati: pronti a nuove iniziative


Posizione confermata, nessuno spiraglio all'orizzonte per evitare il ridimensionamento della fabbrica. È la sintesi dell'incontro di gruppo che ieri ha messo di fronte i vertici di Burgo Group e i rappresentanti nazionali e territoriali (con le rispettive Rsu) dei lavoratori occupati nei tredici stabilimenti; al tavolo di confronto, per la Cartiera di toscolano, Angelo Andreoli (Slc-Cgil), Marina Bordonali (Fistel-Cisl) e Roberto Rivolta (Uilcom-Uil). La proprietà, come spiegano le organizzazioni di categoria, oltre a non aver presentato alcun piano industriale, per quanto riguarda in particolare la sede gardesana ha ribadito la decisione di fermare l'attività su macchina XI, ritenendola una scelta indispensabile per la salvaguardia dell'intero stabilimento. A fronte di questa situazione - che mantiene forti nubi sul futuro di oltre 100 addetti su un totale di circa 300 - le organizzazioni di categoria, oltre a ribadire la, propria contrarietà, hanno già prospettato nuove iniziative «per contrastare quanto prospettato». Una nuova mobilitazione, che sarà messa a punto a breve dai sindacati e portata in assemblea all'inizio della prossima settimana, accompagnata dal pressing sulle istituzioni competenti.
Fonte: BresciaOggi

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti saranno pubblicati purché privi di volgarità, offese, denigrazioni o attacchi personali.
I commenti che non rispettano queste regole elementari di buona educazione verranno cancellati.