domenica 28 novembre 2010

Vescovo, Comune e sindacati uniti per salvare la cartiera

Il Vescovo di Brescia Luciano Monari visiterà la cartiera di toscolano Maderno venerdì 10 dicembre, nel pomeriggio alle 15. Lo hanno annunciato ieri mattina il parroco, don Leonardo Farina, il sindaco Roberto Righettini e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali. Un segnale forte di presenza, di fronte al rischio di perdere il lavoro per tante famiglie della zona.
Un altro appuntamento è previsto per domani pomeriggio, a Palazzo Benamati: si riunirà il Tavolo istituzionale per prendere atto della proposta lanciata dai dipendenti della fabbrica, e che, tramite il Ministero, è pervenuta alla Burgo.
Forse giungerà una prima risposta della proprietà che, al momento, è ancora ferma sulla posizione iniziale: licenziamento entro il 31 dicembre dei 115 addetti alla linea XI, la macchina continua che produce carta normale. Proprio questa linea negli ultimi due mesi è rimasta ferma una quarantina di giorni e che ancora non ha ripreso l'attività. Martedì, in occasione della riunione del consiglio comunale, verrà inoltre nominata una commissione che seguirà le vicende dello stabilimento anche in futuro.
«NOI SPERIAMO di superare questa brutta fase - spiega il sindaco -. In ogni caso non faremo salti di gioia, ma dovremo continuare a vigilare, perchè fra un anno o due non spunti qualche altra trovata».
Sull'arrivo del Vescovo, Righettini ha espresso compiacimento. «Verrà a portare la sua solidarietà e ...
a dimostrare che la comunità da lui rappresentata è attiva a fianco dei lavoratori. Gli stessi partiti si sono ritrovati fianco a fianco».
Don Leonardo: «Stiamo cercando di uscire tutti assieme da questa situazione. In un momento di crisi c'è stata una bella risposta collettiva». E Luca Bertanza, a nome della Rsu, dichiara: «Esprimiamo il nostro più sincero apprezzamento. Confidiamo che il Vescovo, rappresentando idealmente l'unione di tutta la popolazione attorno alla cartiera, ultimo baluardo economico importante per l'Alto Garda, possa aiutarci a giungere a una soluzione diversa». Dopo l'incontro che si terrà nella sala riunioni nella fabbrica, Monari entrerà nei reparti, e vedrà in particolare la macchina XI, oggetto della crisi. I Vescovo vedrà le grosse bobine di carta che partono per le varie stamperie d'Italia, fra cui Cles, in Trentino, dove le rotative della Mondadori stampano i libri del Papa.
Fonte: Sergio Zanca - BresciaOggi 

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti saranno pubblicati purché privi di volgarità, offese, denigrazioni o attacchi personali.
I commenti che non rispettano queste regole elementari di buona educazione verranno cancellati.