giovedì 1 dicembre 2011

Regolamentazione e procedure di coinvolgimento e voto dei lavoratori per le Federazioni SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL

Regolamentazione e procedure di coinvolgimento e voto dei lavoratori per le
Federazioni SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL (qui puoi scaricare il documento completo in pdf)

In coerenza con l’Accordo Interconfederale del 28 Giugno 2011, siglato da CGIL, CISL e UIL,
è emanato il seguente Regolamento di Federazione tra SLC-CGIL, FISTEL-CISL e UILCOM-
UIL,   per   i   settori   delle   Telecomunicazioni,   dell’Industria   (grafici,   poligrafici,   cartai   e
cartotecnici), dell’Emittenza e della Produzione Culturale.

Obiettivo  del  Regolamento  è  quello  di  costruire  un  equilibrio  tra  la  difesa  dell’identità  delle
singole  OO.SS,  il    pluralismo  sindacale  che  ne  deriva  e  la  partecipazione  dei  lavoratori  nel
sistema  decisionale  al  fine  di  rafforzare  l’esigibilità  giuridica  degli  accordi.    Ciascuna  O.S
firmataria del presente regolamento, in obbedienza ai principi enunciati, si vincola, a tutti livelli,
a sottoporre le ipotesi di accordo all’approvazione delle lavoratrici e dei lavoratori interessati.

Tutto ciò premesso, si conviene:


Art: 1
(Regole per i  rinnovi del CCNL)


a)  Le   Segreterie   nazionali   elaborano   la   proposta   di   piattaforma   da   consegnare
all’approvazione del Comitato di settore di riferimento;
b)  Il  testo  sarà  successivamente  sottoposto  all’approvazione  delle  assemblee  delle

lavoratrici  e  dei  lavoratori;  nel  corso  delle  assemblee  potranno  essere  presentati
emendamenti;
c)  Le  Segreterie  nazionali  ed  i  Comitati  di  settore  esamineranno  gli  emendamenti
approvati dalle assemblee, ne valuteranno l’inserimento in piattaforma e procederanno
all’invio della stessa alle controparti;
d)  Al  termine  della  vertenza  contrattuale,  raggiunta  l’ipotesi  di  accordo,  questa  sarà
sottoposta    all’approvazione    del    Comitato    di    settore    e    successivamente
all’approvazione delle assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori;
e)  In  caso  di  divergenze  in  seno  alle  OO.SS.  firmatarie  del  presente  regolamento,  nel
corso della trattativa, le Segreterie nazionali interverranno per rimuovere le cause del
dissenso; in caso permangano gravi divergenze, su richiesta di una O.S. firmataria del
presente regolamento o di almeno il 35% dei componenti del Comitato di settore, si
procederà  al  pronunciamento,  attraverso  il  voto,  delle  lavoratrici  e  dei  lavoratori
interessati sulle specifiche materie all’origine delle divergenze;
f)   Potranno essere promossi, su decisione delle segreterie nazionali, specifici momenti
di informazione ai lavoratori sull’andamento dei negoziati contrattuali;
g)  Tutte  le  operazioni  di  voto  relative  agli  accordi  nazionali  saranno  gestite  da
commissioni elettorali nominate dalle assemblee, in coordinamento con le Segreterie
territoriali di Slc/Cgil-FistelCisl- Uilcom/Uil. Sarà in ogni caso garantita la presenza di
ciascuna O.S. firmataria del presente regolamento. Le Segreterie nazionali o territoriali
decideranno di volta in volta, sentiti gli specifici comitati di settore, le modalità di voto
(palese o segreto);
h)  Le  decisioni  adottate  attraverso  il  voto  dei  lavoratori  saranno  vincolanti  per  tutte  le
OO.SS. firmatarie del presente regolamento.

Art. 2
(Regole per gli  accordi di secondo livello)


a)  Le piattaforme per il rinnovo dei contratti aziendali e/o di gruppo per la gestione
complessiva  delle  vertenze  di  2°  livello  vengono  proposte  dalle  Segreterie
Nazionali  o  Territoriali  alle  RSU  (o  al  loro  Coordinamento  Nazionale)  e
successivamente sottoposte all’approvazione delle assemblee delle lavoratrice
e  dei  lavoratori  per  l’approvazione  della  piattaforma  e/o  il  mandato  alla
trattativa;
b)  Al termine della trattativa, raggiunta l’ipotesi di accordo, questa sarà sottoposta
all’approvazione   delle   RSU   (o   del   loro   Coordinamento   Nazionale)   e
successivamente  all’approvazione  delle  assemblee  delle  lavoratrici  e  dei
lavoratori;
c)  In caso di divergenze in seno alle OO.SS. firmatarie del presente regolamento,
nel corso della trattativa, le Segreterie nazionali o territoriali interverranno per
rimuovere  le  cause  del  dissenso.  In  caso  permangano  gravi  divergenze,  su
richiesta di una O.S. firmataria del presente regolamento o di almeno il 35% dei
componenti eletti delle RSU, si procederà al pronunciamento, attraverso il voto,
delle  lavoratrici  e  dei  lavoratori  interessati  sulle  specifiche  materie  all’origine
delle divergenze;
d)  Tutte  le  operazioni  di  voto  relative  agli  accordi  aziendali  saranno  gestite  da
commissioni  elettorali  nominate  dalle  assemblee,  in  coordinamento  con  le
Segreterie nazionali o territoriali di Slc/Cgil-FistelCisl- Uilcom/Uil. Le Segreterie
nazionali  o  territoriali  decideranno  di  volta  in  volta,  sentite  le  RSU  (  o  il  loro
Coordinamento Nazionale), le modalità di voto (palese o segreto);
e)  Le decisioni adottate attraverso il voto dei lavoratori saranno vincolanti per tutte
le OO.SS. firmatarie del presente regolamento.

Art. 3
(Comitati di Settore)

a)  Le  Segreterie  nazionali  definiranno  la  composizione  dei  Comitati  di  settore  e  le
eventuali norme specifiche in relazione ai diversi rinnovi contrattuali;
b)  Le Segreterie nazionali potranno modificare all’unanimità il numero dei componenti i
Comitati di Settore, anche alla luce degli ampliamenti o delle modifiche dei perimetri
contrattuali nazionali, ecc.


Roma, 25 novembre 2011

I SEGRETARI GENERALI
      SLC-CGIL      FISTel-CISL    UILCOM-UIL
     Emilio Miceli       Vito Vitale       Bruno Di Cola 

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti saranno pubblicati purché privi di volgarità, offese, denigrazioni o attacchi personali.
I commenti che non rispettano queste regole elementari di buona educazione verranno cancellati.