lunedì 11 gennaio 2016

Aumenta la no-tax area dei pensionati ... ma non per tutti

Tra le novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016, vi è anche quella relativa alla elevazione della NO-TAX AREA sulle pensioni a partire dal 1° Gennaio di quest'anno.
In effetti, l'elevazione ha portato un certo beneficio di carattere economico sui redditi da pensione, ma la misura di questo beneficio, come viene introdotto e soprattutto a chi viene applicato, non è stato fino ad ora spiegato nel dettaglio snche dalla stampa specializzata.
A sopperire a questa carenza ci ha pensato lo SPI-CGIL – Dipartimento Nazionale Previdenza che, mediante una dettagliata pubblicazione, illustra importi, caratteristiche e beneficiari del provvedimento.
Com'è noto, la No-Tax Area è quella parte di reddito che in base alle norme fiscali vigenti, non viene assoggettata all'Irpef, per cui più è alta, meno tasse si pagano e più alto è il reddito netto che rimane a disposizione.
Ora, il provvedimento introdotto dalla Legge di Stabilità 2016 eleva la No-Tax Area da € 7.500 a €. 7.750 per i pensionati con meno di 75 anni e da €. 7.750 a 8.000 per i pensionati con 75 o più anni di età.
Dall'esame accurato della citata pubblicazione dello Spi Nazionale emergono questi dati:

  1. L'elevazione della No-Tax Area viene applicata solo ai redditi da pensione che non superano i 15.000 euro lordi annuali;

  2. Anche nelle sua diverse articolazioni ( pensionati con meno di 75 anni e pensionati con più di 75 anni), non raggiunge quella che viene applicata ai lavoratori dipendenti per cui a parità di
    reddito le tasse sulle pensioni sono più elevate rispetto a quelle di questi ultimi;

  3. Le differenze sono dovute alle diverse formule adottate dalle norme fiscali per determinare gli importi a seconda della tipologia di reddito, indipendentemente dal loro valore.

Siamo pertanto, ancora lontani dal raggiungimento della parità di trattamento fiscale tra redditi da lavoro dipendente e redditi da pensione.
Tale disparità, inoltre, dovrebbe ulteriormente ampliarsi se viene attuata la ventilata trasformazione del Bonus mensile di 80 euro in detrazione per lavoro dipendente.

S.L.C-Cgil – Brescia

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti saranno pubblicati purché privi di volgarità, offese, denigrazioni o attacchi personali.
I commenti che non rispettano queste regole elementari di buona educazione verranno cancellati.