lunedì 14 novembre 2016

ACCORDO SINDACALE A SOSTEGNO DELL'OCCUPAZIONE E PER IL DIRITTO ALLO STUDIO

La Provincia di Brescia, Cgil, Cisl e Uil di Brescia hanno sottoscritto un accordo provinciale per favorire interventi a sostegno di disoccupati.
Sostegno economico per il diritto allo studio
Ai nuclei familiari con almeno un disoccupato da più di tre mesi che abbiano un reddito familiare non superiore ai 15 mila euro di ISEE e che abbiano uno o più figli iscritti alle scuole superiori verrà riconosciuto un sostegno economico per ogni figlio studente fino a 600 euro per il trasporto pubblico o fino a 300 euro per spese scolastiche (libri di testo, vocabolari, libri di narrativa consigliati dalle scuole) la domanda di ammissione al contributo deve pervenire alla Provincia di Brescia entro il 31 gennaio 2017.
La domanda può essere inviata tramite PEC all'indirizzo lavoro@pec.provincia.bs.it
oppure può essere consegnata a mano presso una delle seguenti sedi:
  • dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 10 presso Settore Lavoro della Provincia di Brescia in via Cefalonia, 50 (terzo piano - ufficio assistenza tecnica)

  • il martedì dalle 8,30 alle 13 presso tutti i Centri per l'impiego della Provincia di Brescia

  • tutti i giorni dalle 8,30 alle 13 presso i Centri per l'impiego della Valcamonica
Progetto a sostegno dell'occupazione
Intende favorire l'assunzione con un contratto a tempo indeterminato di uomini over 45 o donne over 40 disoccupati da almeno nove mesi, persone svantaggiate o disabili, disabili gravi over 55.
Sono ammesse ai contributi, entro il 30 aprile 2017, le imprese con sede o unità locale in provincia di Brescia in regola con i contributi previdenziali e che rispettino integralmente le norme derivanti dall'applicazione del contratto collettivo nazionale.

Per informazioni ed assistenza sulle modalità:
030 3749-278 (342) (308) il martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 12,30. Ulteriori informazioni su http://sintesi.provincia.brescia.it(cliccando sulla voce “Concretamente - Piano di aiuti della Provincia alle imprese e alle persone in difficoltà” ed entrando nella sezione > “Concretamente 2016-2017”)

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti saranno pubblicati purché privi di volgarità, offese, denigrazioni o attacchi personali.
I commenti che non rispettano queste regole elementari di buona educazione verranno cancellati.