mercoledì 8 settembre 2021

Assegno unico: Cgil, Cisl e Uil, positivo incontro con ministra Bonetti

Nell’incontro avuto oggi con la Ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti si sono affrontati i temi che riguarderanno l’emanazione dei decreti attuativi dell’assegno unico. Come CGIL, CISL e UIL abbiamo sottolineato la necessità di evitare che si possano creare criticità, al momento dell’introduzione della nuova misura, che come da delega, dovrebbe entrare in vigore il 1 gennaio 2022”.
Lo dichiarano in una nota unitaria i Segretari confederali di Cgil, Cisl, Uil, Rossana Dettori, Andrea Cuccello, Domenico Proietti. I tre segretari confederali fanno sapere: “abbiamo affrontato il tema del finanziamento attuale e delle eventuali risorse da stanziare nella prossima legge di bilancio, abbiamo avuto garanzia sul rispetto dei principi di universalità e di progressività e sulla salvaguardia dei diritti in essere e l’accesso alla misura per i cittadini stranieri, oltre alla compatibilità con il RDC.
Abbiamo affrontato -spiegano – anche la questione legata alle procedure di accesso alla misura, in modo che possano essere le più agevoli possibili con il coinvolgimento dei Caf”. Infine, aggiungono Dettori, Cuccello e Proietti “abbiamo chiesto di implementare il positivo confronto, finora avvenuto, al fine di contribuire a definire una misura che risponda pienamente agli obiettivi che la delega ha previsto.
La Ministra si è impegnata a continuare l’interlocuzione anche coinvolgendo gli altri ministeri interessati”.

Fonte: Ufficio Stampa Cgil

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti saranno pubblicati purché privi di volgarità, offese, denigrazioni o attacchi personali.
I commenti che non rispettano queste regole elementari di buona educazione verranno cancellati.