venerdì 19 novembre 2021

CGIL, insieme agli studenti per una scuola pubblica e contro la precarietà

“Siamo al fianco degli studenti e delle studentesse che oggi sono in piazza in tutta Italia per rivendicare una scuola pubblica, per lottare contro il lavoro precario, per il futuro del nostro Pianeta”. Ad affermarlo, in una nota, la vicesegretaria generale della CGIL, Gianna Fracassi, in occasione della mobilitazione nazionale studentesca.
La dirigente sindacale in un video su Collettiva.it in cui dialoga con il coordinatore della Rete degli studenti medi, Tommaso Biancuzzi, afferma: “In legge di bilancio ci sono pochissime risorse per i giovani, disperse, tra l’altro, in misure non significative.
Nulla sulla questione lavoro e precarietà. È inaccettabile che oggi l’unica proposta lavorativa per i ragazzi e le ragazze sia un tirocinio extracurricolare o comunque una forma di lavoro precaria”.
Per la vicesegretaria generale della CGIL “il vero problema resta la dispersione scolastica e l’assenza di politiche utili a riportare all’interno di un percorso di studi gli studenti che hanno abbandonato o che stanno abbandonando la scuola”. Infine, conclude Fracassi “i giovani devono partecipare alle scelte del Paese, solo così possiamo immaginare un futuro migliore”.
Fonte: Ufficio Stampa Cgil

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti saranno pubblicati purché privi di volgarità, offese, denigrazioni o attacchi personali.
I commenti che non rispettano queste regole elementari di buona educazione verranno cancellati.